SCEGLI UNA LINGUA
Lingua ITA
Lingua ENG
Lingua FRA
Hotel Des Artistes

Low Price
Free Wifi
1944*658_201611912262117.jpg

Un tuffo nella Storia

“Chi ha visto Roma ha visto tutto” Johann Wolfgang Goethe

La grande leggenda della fondazione di Roma

Dopo una storia con il dio Marte, la vergine vestale Rea Silvia diede al mondo due gemelli, Romolo e Remo. Questi gemelli furono abbandonati al Tevere da uno zio, ma fortunatamente furono salvati e allevati da una lupa. Fondarono Roma il 21 aprile 753 a.C. Romolo uccise suo fratello e diede rifugio agli indesiderati, rapendo le Sabine come mogli per i Romani. Sei re regnarono dopo di lui.
Storia Romana

Roma cominciò la sua esistenza come un umile gruppo di villaggi nel Palatino. Non fu prima di otto secoli che divenne la forza maggiore del Mediterraneo. La trasformazione di Roma avvenne grazie ai re Etruschi, giungendo alla fondazione della Repubblica nel 509 a.C., e alla successiva conquista del Mediterraneo nel III secolo a.C. Con l’aumento del potere della Grecia, un forte contatto con questa civiltà portò una grande influenza sull’arte, l’architettura e la cultura romana, così profonda che si riporta che “conquistò la Grecia e il suo selvaggio vincitore”.

Il primo vero imperatore romano fu Ottaviano Augusto ( 27 a.C – 14 d.C). Fu il primo a cominciare varie trasformazioni necessarie per adattare la città al ruolo di nuova potenza e vasto stato. Velocemente Roma divenne una città di marmo dove prima vi erano solo mattoni e legno. Successivamente dopo Ottaviano ci furono gli imperatori Traiano, Adriano e gli Antonini che proseguirono a rendere gli edifici ancora più belli e imponenti.

Comunque, la crescita di questo impero cominciò a diminuire nel II secolo d.C a causa di tensioni sociali e crisi economica, ma peggio di tutto furono le invasioni barbariche dell’impero che trovava sempre più difficile sopportare i continui attacchi alle sue frontiere. Oggi possiamo ancora trovare le rovine della grande muraglia che era stata costruita attorno alla città dall’Imperatore Aureliano ( 270 – 275 d.C.) nel tentativo di proteggere l’impero in ciò che chiaramente diventava una battaglia persa.

Il sorgere di edifici cominciò ancora di più sotto il potere di Diocleziano ( 284 – 305 d.C.) sebbene avesse abbandonato l’idea di Roma come la capitale dell’Impero. Il Cristianesimo diventò velocemente la religione ufficiale di tutto l’impero e fu il movimento cristiano che sostenne Costantino nel suo tentativo di istituire di nuovo il diritto divino degli imperatori. Il centro del potere si trasferì più a oriente, solo per essere completamente distrutto nel 476 da Odoacre che relegò Romolo Augusto, ultimo imperatore romano, nella parte orientale. L’antica città non fu più la stessa, ma stava per emergere una spettacolare nuova città…la Roma Cristiana.

Tempi difficili stavano per raggiungere la Città Eterna e il medioevo avrebbe visto il grande declino della popolazione, e la quasi scomparsa della vita culturale tra le persone. I templi pagani erano stati trasformati in chiese e finalmente nel IX secolo un raggio di luce portò speranza alle persone con l’ alleanza tra il Papato e i Carolingi. Con questa alleanza si sperava ampliamente in una rinascita spirituale e politica, ma purtroppo ciò non accadde. Al contrario, seguì una lunga e difficile lotta tra le varie famiglie nobili e una grande mancanza di collaborazione tra l’imperatore e le autorità della città. Comunque, non tutto fu perduto in questo periodo di conflitto e grandi divisioni, e Papa Innocenzo III ( 1198-1216) restaurò la situazione morale della Chiesa con un grande movimento che generò una rinascita culturale e artistica.

Grazie a tale rinascita, Roma divenne luogo di interesse per artisti e architetti che venivano in città, e la trasformarono in tutto il XV secolo. Per tutta la durata del Rinascimento Roma si ritrovò sotto un grande restauro, iniziato e rafforzato principalmente dal patrocinio papale. La restaurazione fu completata nel suo aspetto generale con grande attenzione alle strade, ai sistemi sanitari, agli edifici e all’urbanistica.

Durante questi momenti, le glorie del passato venivano riscoperte, incluso il Campidoglio di Michelangelo, e tutti gli sviluppi stimolavano i visitatori stranieri ad un notevole aumento, aiutando la città a fiorire. Lo stile Barocco prese piede con gli esempi di Bernini e Borromini, aggiungendo immensamente grandi cambiamenti. Con tutto questo sviluppo è difficile credere che ci fosse una debolezza politica all’interno del papato, ma gli ideali della Rivoluzione Francese e il breve potere di Napoleone significarono proprio questo, che il Papato non era in grado di venire incontro ai bisogni del suo stato.

Nei primi del XVIII secolo sembrava che tutto fosse in decadenza, eccetto il grande patrimonio artistico acquisito che continuava a mantenere il suo ritmo di sviluppo e restaurazione, contro un grande declino delle condizioni sanitarie, una mancanza di amministrazione e ancora una volta una scomparsa della vita culturale. Fu la vera architettura che assicurò il continuo flusso di forestieri a Roma, nonostante l’evidente frattura tra la popolazione e il governo. Il settembre 1870 vide la caduta di Napoleone III e dopo poco la nomina della città a orgogliosa capitale di Italia, un nome che ovviamente è ancora vivo attualmente.

Quello che possiamo trovare oggi in questa città mozzafiato è la riflessione di tutto il colorato passato di Roma. La grande ascesa e caduta dell’Impero, l’influenza delle civiltà straniere, l’input degli imperatori e dei papi che volevano caratterizzare la città con uno stile personale, possono essere testimonianza intorno ad ogni punto. Roma è il risultato di una storia sorprendente che ripropone il suo passato attraverso le rovine, le grandi piazze e gli imponenti monumenti. Nessuno può essere stanco di una città che offre così tanto, e non c’è nulla capace di entusiasmare abbastanza come Roma.

Roma è una magica città da visitare. L’arte e l’architettura sono mozzafiato e i vostri giorni saranno sicuramente ricchi di escursioni, tanto che agli occhi dei tanti turisti questa città è sempre strabiliante.

Ma come ogni visita in paese straniero, c’è un altro aspetto intrigante lontano da ciò che concerne l’occhio…la cultura. Anche se intraprendete un corto viaggio a Roma, questi semplici fatti sullo stile romano potrebbero esservi utili, o semplicemente interessanti da conoscere…
PRENOTA ORA!
OFFERTE SPECIALI